“Sembra un uomo”: l’rendita delle lesbiche butch anche stud nella preparazione queer

Sembra suo come il umanita, ovvero quantomeno alcune animali, non riescano a creare a fuorche delle etichette. Di lesquels che razza di si “appiccicano” verso determinate categorie di uomini e donne, e che puntano a racchiuderle tutte per un grosso unita ben definitoe qualora l’umanita ancora le commune molteplici sfumature potessero essere descritte per una classe sociale…

Accade verso gli omosessuali, a lungo imprigionati mediante una enunciazione fisica di nuovo comportamentale precisa (nel caso che pensiamo ad alcuni proiezione anni ’80, che tipo di, li immaginiamo tutti mediante grossi baffi, vestiti con pelle), accade ed per le lesbiche.

C’e una ordine, con preciso, quella delle butch, ovvero stud, quale corrisponde allo stereotipo della omosessuale mascolina, in capigliatura cortissimi, vestita mediante jeans larghi di nuovo portati vitalizio bassissima, sneakers oppure scarponcini da faccenda, catene biondo al collo oppure legate affriola tasca dei calzoni, certain po’ quale andava imperante nei infanzia 2000. Etimologicamente la lemma butch sembrerebbe essere da butcher, o macellatore, come nel espressione statunitense di strada XX tempo significava ed “ragazzo molesto”, ispirandosi quasi certamente al canaglia Butch Cassidy. Nonostante il proprio usanza fosse, comprensibilmente, sprezzante, le lesbiche non ne hanno in nessun caso cosa affinche di disappunto, inizialmente, che spiega la graphic novelist Alison Bechdel,

E una bella definizione, ‘butch’: La prendo, nel caso che me la dai. Ma temo di non essere tanto mascolina per rivendicarla. Perche pezzo dell’essere butch e accoppiarsi quell’aura che razza di la circonda.

Capitare identificate che razza di butch, per molte, ha senso la possibilita di essere di nuovo aggiunto: a superficie struttura, ovverosia etnico, quale.

Secondo l”ipotesi preponderante siamo tutte grasse, disastri della abitudine, di nuovo i nostri cappelli da baseball anche i braghe larghi suggeriscono ai dentisti che non ci interessa l’auto-esibizione – afferma l’attrice Roberta Colindrez – Ciononostante non e quale siamo trascurate; e che razza di, a discrepanza, diciamo, degli uomini bianchi lesbica ad esempio hanno influenzato l’immagine visiva contemporanea della ‘categoria’, apertamente noi ignoriamo ancora rifiutiamo volte confini di una garbo sessualizzata ancora mercificata.

“Abitare domestica, invertito, nera”: il forma di Barbara Smith di nuovo Angela Davis

Negli anni ’50 sopra locali che tipo di il PonyStable Inn di Manhattan ancora il Peg’s Place di San Francisco non si entrava qualora non ci sinon dichiarava butch, a campione del atto come nessuna gay abbia in nessun caso navigato l’appellativo quale un’offesa.

Sotto, molte di lui ritrovano lo direzione butch in figure androgine, diventate iconiche, della Parigi di strada Novecento, in mezzo a cui la scrittrice Gertrude Stein ancora la pittrice Romaine Brooks.

Mancanza come fuori delle loro gente, piuttosto, le butch siano costantemente state oggetti di discriminazioni ed repressioni, e che tipo di piu volte episodi di ostracismo sinon siano verificati di nuovo all’interno della stessa popolo LGBT: una frangia del femminismo saffico bianco prevalente da ultimo degli anni ’70 di nuovo subito degli anni ’80 ha allontanato alcune categorie, quale le lesbiche della rango operaia, ovvero afro, mettendo tenta vituperio la maschilita sopra quanto inestricabilmente misogina; ad esempio e appresso lo uguale ad esempio assolvere, che avviene addirittura oggi, volte trans FtM verso il solo avvenimento di “accaparer percorrere dalla parte del pericoloso” phrendly ГЁ gratuito, gli uomini preciso.

Prima particolarmente negli anni ’90, ma, che razza di le butch ebbero il se “situazione di elogio” nel vista LGBT, con particolare dopo l’uscita di Argomento di risma: Il femminismo ed la ammutinamento dell’identita di Judith Butler, che sostiene ad esempio il tipo e la genitali siano entrambi costruiti di nuovo performanti sovvertendo l’idea che razza di la virilita sia la naturale addirittura esclusiva boccia di esperienza del compagnia virile.

“Sembra un maschio”: l’importanza delle lesbiche butch ed stud nella civilizzazione queer

Nel 1993 Vanity Fair veste mediante involucro una Cindy Crawford mediante esposizione butch dal momento che sinon rifaceva all’icona della ordine, K.D. Lang; nello identico anno, la scrittrice Leslie Feinberg pubblico la novita Stone butch blues, che tipo di descriveva la attivita delle butch nella New York degli anni ’70, attualmente diventata indivisible classico. Per non sbraitare appresso dell’esplosione di Ellen DeGeneres, attualmente circa la butch ancora famosa del umanita LGBT.